Non serve un paradiso fiscale per non pagare tasse | Residenza no-DOM in UK

Novembre 2018

Se siete alla disperata ricerca di una soluzione per vivere la vostra vita senza essere ossessionati da una pressione fiscale oltre il limite del sopportabile, oltre il limite della decenza, forse esiste una soluzione molto più semplice che andare a fare l’eremita in un isola sperduta nell’oceano pacifico.

Sono anni che bazzico forum, siti web, blog, manuali di sedicenti tax planners, professionisti tax advisor ecc..ecc.. ma quasi sempre mi sono imbattuto in venditori di pacchetti e non in veri consulenti.

Il risultato di tutto questo ha sempre prodotto una notevole frustrazione per la difficoltà di comprendere il perchè di certe soluzioni proposte, che per quanto affascinanti, trovavano delle enormi difficoltà di applicazione.

In Italia sei sicuramente andato dal tuo commercialista in cerca di qualche risposta, ma ti sei subito reso conto della scarsa preparazione in ambito internazionale e di quel fastidioso atteggiamento che hanno tutti tendente sempre a pararsi il proprio culo (scusa il termine), ma i soldi sono i tuoi non i loro…

Quando senti in TV parlare di Londra e dell’Inghilterra, senti spesso aggettivi come internazionale, multiculturale, globale…è vero, e lo puoi sperimentare anche in queste cose. Se cerchi un professionista del tax planning mondiale che sappia indicarti con estrema cura e certezza dove tu debba risiedere, dove devi costituire la tua holding e dove la tua trader company, e come questi elementi interagiscono fra loro, qui ne trovi a decine.

In questi giorni sono stato in uno studio di consulenza per il Personal Financial Planning e Tax Planning, ho avuto un colloquio con un consulente della Smith & Williamson.

 

Chi sono? Ti do qualche numero per capirlo…

  • Oltre 130 anni di esperienza
  • Oltre 1.700 dipendenti
  • 12 uffici in tutto il Regno Unito, Irlanda e Jersey
  • Accesso a circa 20.000 consulenti professionisti in tutto il mondo attraverso l’adesione a Nexia International
  • Circa 19,5 miliardi di sterline di fondi in gestione e consulenza (al 30 settembre 2017)
  • 8* più grande società di contabilità del Regno Unito

Non è stato proprio come essere dal dott. Catacchio commercialista e revisore dei conti via del fallimento 21 a Occhiobello- Rovigo.

Senza nulla togliere alla professionalità del dott. Catacchio, siamo su livelli differenti, e lo percepite subito, senza bisogno che vi spieghi nulla.

Ma cosa significa questa residenza No Dom?

Residenti “non domiciliati”

I residenti del Regno Unito che hanno la loro residenza permanente (“domicile”) al di fuori del Regno Unito potrebbero non dover pagare le tasse del Regno Unito sui redditi esteri. (tratto dal sito GOV.UK)

Le stesse regole si applicano se guadagni qualsiasi capitale straniero, ad esempio vendi azioni o una seconda casa. (Capital Gain)

Ma quando sei considerato residente in UK?

Calcola il tuo stato di residenza:
Se sei o meno residente nel Regno Unito  dipende da quanti giorni trascorsi nel Regno Unito nell’anno fiscale (dal 6 aprile al 5 aprile dell’anno successivo).

Sei residente automaticamente se:

– hai trascorso 183 o più giorni nel Regno Unito nell’anno fiscale
– la tua unica casa era nel Regno Unito (devi aver posseduto, affittato o vissuto per almeno 91 giorni in totale)  e

-hai trascorso almeno 30 giorni nell’anno fiscale

Sei automaticamente non residente se:

– hai trascorso meno di 16 giorni nel Regno Unito (o 46 giorni se non sei stato classificato come residente nel Regno Unito per i 3 anni fiscali precedenti)
– lavori a tempo pieno (in media almeno 35 ore alla settimana) e hai trascorso meno di 91 giorni nel Regno Unito, di cui non più di 30 sono stati impiegati

Cosa si intende per domicilio in UK?

Il tuo domicilio di solito è il paese che tuo padre considerava la sua casa permanente quando sei nato. Potrebbe essere cambiato se ti sei trasferito all’estero e non intendi tornare.

Se hai bisogno di aiuto per capire in quale paese sei domiciliato, puoi:

leggere il capitolo 5 delle linee guida HM Revenue and Customs (HMRC) su “Residenza, domicilio e base delle rimesse”
oppure ottenere un aiuto fiscale professionale, ad esempio da un consulente fiscale.

Però, se sei considerato un “non dom” non potrai vivere nel Regno Unito a tempo indeterminato.

 Parliamo un po anche di società…(Ltd Inglese e tasse)

Il 98% delle società che costituiscono il FTSE100, (indice di borsa delle 100 società più capitalizzate in UK), opera con delle sussidiarie in Paradisi Fiscali!

Forse le normative Inglese sono un pò differenti da quelle italiane e avere una società cosiddetta Off Shore non è automaticamente sinonimo di evasione, traffico di droga, traffico di armi, riciclaggio di capitali.

Se sei un imprenditore avveduto, che muove una ragionevole somma di denaro nel suo business, forse troverai utile cominciare a ragionare diversamente sulla pianificazione della tua struttura aziendale.

Competere in un mercato globale è difficile, la concorrenza ti schiaccia, se devi fare i conti con i tuoi rivali che pagano il 10% di tasse  rispetto al tuo 50 o più…devi avere un plus valore enorme per colmare il gap a tuo svantaggio.

Va bene il made in Italy, ma quando è troppo è troppo.

 

 

Anche Malta dispone di una normativa vantaggiosa per i residenti no-doms, cosí come molti paesi di common law, e non a torto è considerata in Europa una sorta di paradiso fiscale (leggi anche questo articolo sui paradisi fiscali).

A maggio del 2018 scriveva l’Espresso:

…L’Espresso, con un’inchiesta realizzata insieme al consorzio giornalistico Eic (European Investigative Collaborations), ha potuto consultare lo sterminato elenco degli italiani che hanno aperto una società nell’isola del Mediterraneo. Accanto agli imprenditori che hanno creato o trasferito attività reali, si è mosso anche un esercito di emigranti del fisco. Emigranti di lusso. Nella lista che sarà pubblicata da L’Espresso in edicola da domenica 21 maggio, ci sono politici, manager, industriali, finanzieri, gente di spettacolo e anche un gran numero di personaggi legati ai clan mafiosi.

 

A parte il solito atteggiamento inquisitore tipico della mentalità da comunisti incalliti, buonisti e moralisti dei miei stivali ( si capisce che mi stanno sulle balle?) ne viene fuori una descrizione della situazione al quanto interessante.

Ma la domanda che mi pongo io al posto vostro è: ma sono solo io il cretino che paga tutte le tasse che devo in questo paese di M….?

Ovviamente la risposta è no, ci sono tantissimi imprenditori come te che non hanno ancora la forza di dire basta, la loro azienda funziona discretamente, producono utili a sufficienza per stare bene e lasciano correre, ma lascia che ti dica una cosa, non è cosí che si conduce una attività imprenditoriale. Non voglio insegnarti io come si fa, e non voglio che tu pensi che sia qui a farti la predica, ma tu hai il preciso dovere di trarre il massimo profitto dal tuo investimento, lo devi a te stesso, alla tua famiglia e alle generazioni future (nipoti-pronipoti e affini).

E poi, se arriva un altra crisi come il 2007/2009 che fai? Se non hai accumulato a sufficienza?

Se ti muovi adesso puoi ancora tentare di offrire un futuro migliore ai tuoi cari, liberi da uno stato opprimente, sereni di poter affrontare il mondo ad armi pari e giocarsela su quello che noi Italiani abbiamo di impareggiabile nel mondo, il modo di fare le cose fatte bene!

Liberati dalla mentalità tipica italiana, ragione come farebbe un investitore internazionale, perché diversamente la vedo dura…

Il primo ed unico video-corso in Italia

Impara a costituire da solo in piena autonomia la tua Ltd Inglese dopo aver seguito un corso completo che ti spiega passo passo, schermata dopo schermata, come fare.

ltd inglese

Categorie

Archivi

Aiutiamo il tuo business a decollare!

Compila il form e sarai presto ricontattato. Parlerai prima con Luigi Loconsole, il Director di LtdandBusiness, che saprà indicarti da subito le possibilità e le procedure da seguire in funzione delle tue esigenze.

ltd inglese

Si è presentata un'occasione.
Si vende una LTD già avviata - attiva dal dicembre 2016 -partita iva già attiva - 2 conti correnti bancari attivi - Scrivete a ltdandbusiness@gmail.com per info

La proposta sarà sicuramente sul mercato per brevissimo tempo.

email inviata