Start UP | quale forma societaria scegliere?

Novembre 2018

Estratto da IL SOLE 24 ORE

Il principale problema per le startup sono gli investimenti. In Italia non girano soldi sull’innovazione, o per meglio dire, non quanto nel resto d’Europa. Quasi 137 milioni di euro raccolti nel 2017 dai Venture Capital per favorire l’ecosistema italiano, grazie anche alla forte impennata che ha avuto l’equity crowdfunding, non sono comunque bastati a scalare la classifica europea sugli investimenti in startup. Anzi, gli investimenti sono diminuiti, visto che nel 2016 la raccolta raggiungeva quota 178 milioni.

L’Inghilterra della Brexit ha mosso 19 miliardi di euro negli ultimi 5 anni (dal 2012 al 2017), contro i 12 miliardi della Germania ed i 9 miliardi della Francia alle prese con il nuovo programma di Emmanuel Macron per trasformarla in una “startup nation”. In Italia i Venture Capital hanno mosso negli ultimi 5 anni appena 600 milioni di euro. Per raggiungere i numeri dell’Inghilterra, con i ritmi che abbiamo in l’Italia ci impiegheremmo 31 anni.

Sei ancora convinto che sia corretto avviare la tua impresa e aprire una Partita Iva italiana?

Aspetta allora provo con le maniere forti…ecco che scende in campo l’Inps!!

Hai appena cominciato il tuo percorso per formare la tua impresa avrai quindi già considerato un mucchio di spese tra notaio, commercialista, consulente ecc. ecc.

Hai considerato anche che prestissimo (entro un paio di mesi) ti arriva da pagare l’Inps?

Lo sapevi che dovrai pagarla anche se non guadagni nulla il primo anno? anche se chiudi l’esercizio in perdita?

Se come credo, la tua idea è di avviare una attività commerciale devi sapere che sarai soggetto a due tipologie di contributo Inps, un contributo fisso ed uno in percentuale ai tuoi guadagni.

Il contributo fisso è proprio quello che dovrai pagare sempre, anche se non hai un euro in banca, a loro non frega nulla, sono 3.680 Euro all’anno, ma sei fortunato, potrai pagarli in 4 comode rate….ma Vaff!!!

Se però il tuo reddito è superiore ad  € 15.548 i contributi fissi non saranno gli unici che dovrai versare.

Pensavi fosse solo quello? nel caso in cui superi questo limite, ai contributi fissi si aggiungono i contributi a percentuale. Da € 15.549 fino a € 46.123 dovrai versare il 23,64% sulla parte eccedente, ovviamente la percentuale sale se superi i 46.123 euro…

Fatti i conti di quante cose potresti fare con quei soldi per far partire la tua attività, se fai marketing on line quante campagne ads potresti lanciare? Quanti nuovi leads acquisiresti con quei soldi?

 

 

Devo continuare parlando degli acconti Irpef? Lo sai che devi anticipare allo stato una parte delle tasse che non hai ancora maturato? In previsione di quello che dovresti guadagnare?

Ok non voglio scendere nei dettagli, ho infierito abbastanza.

Aspetta un attimo prima di continuare, comincia con lo scaricarti l’ebook gratuito sulla Ltd inglese, ti servirà…c’è il form qui a destra un pò piu su…

Come funziona lo stato Inglese e perchè qui in UK le aziende spiccano il volo!

Ormai l’ho ripetuto sino alla noia e sicuramente lo avrai sentito in giro, ma è bene sottolineare di nuovo alcuni aspetti per quelli che sono ancora indecisi e rapiti dalla paura di cambiare.

Se continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad ottenere ciò che hai sempre avuto.
(Warren G. Bennis)

Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle.
(Denis Waitley)

Una Limited Company inglese si costituisce senza costi di notaio e non servirà il notaio neanche per modificare il capitale sociale, i soci, lo statuto, l’amministratore. E qui abbiamo già risparmiato un bel pò di soldini, ma proseguiamo in questo viaggio perchè il bello deve ancora venire.

 

Le tasse della Limited Company

Facciamo finta che il 1 gennaio 2019 hai avviato la tua magnifica Limited Company nuova fiammante…

Inizi a svolgere l’ attività senza grossi intoppi, senza impegni burocratici onerosi salvo il classico rendiconto delle tue fatture al commercialista quando te le chiede.

Trascorso un anno a gennaio 2020, il fisco inglese non si fa ancora sentire…sei un pò preoccupato perchè non ci sei abituati…

Comunque a fine anno tu consegni al commercialista tutte le fatture, in entrata e in uscita, e gli estratti conto bancari della società affinchè egli possa redigere il bilancio.

Passa ancora qualche mese e nessuno si fa vivo….che succede?

Semplice, accade che secondo le regole  Inglesi “You must pay your Corporation Tax 9 months and 1 day after the end of your accounting period.”

Se non parli inglese questo significa che devi versare la  Corporation Tax 9 mesi dopo la fine dell’ anno fiscale!

Ti rendi conto che avrai 21 mesi a disposizione per far crescere il tuo business prima di pagare una sola sterline di tasse?

 

Ti ricordo anche che la corporation tax è pari al 19% degli utili,  e dopo aver dedotto le spese al 100%!

Per maggiori informazioni sulla tassazione della Ltd inglese leggi tassazione-ltd-inglese

Allora ti ripeto la domanda: Sei ancora convinto che sia corretto avviare la tua impresa e aprire una Partita Iva italiana?

Il primo ed unico video-corso in Italia

Impara a costituire da solo in piena autonomia la tua Ltd Inglese dopo aver seguito un corso completo che ti spiega passo passo, schermata dopo schermata, come fare.

ltd inglese

Categorie

Archivi

Aiutiamo il tuo business a decollare!

Compila il form e sarai presto ricontattato. Parlerai prima con Luigi Loconsole, il Director di LtdandBusiness, che saprà indicarti da subito le possibilità e le procedure da seguire in funzione delle tue esigenze.

ltd inglese

Si è presentata un'occasione.
Si vende una LTD già avviata - attiva dal dicembre 2016 -partita iva già attiva - 2 conti correnti bancari attivi - Scrivete a ltdandbusiness@gmail.com per info

La proposta sarà sicuramente sul mercato per brevissimo tempo.

email inviata