Prima di acquistare casa a londra analizziamo il mercato immobiliare inglese, e soprattutto quello Londinese, perchè offre opportunità notevoli.

I prezzi degli affitti sono diffusamente piuttosto cari, con un trend crescente che sembra inesauribile, mentre il valore delle abitazioni è in costante tenuta e, negli ultimi anni, in ascesa con percentuali a doppia cifra.

Le zone centrali di Londra, Kensington & Chelsea, Westminster e la City continuano ad attirare capitali stranieri, mentre la parte orientale della città sta negli ultimi anni diventando una zona “trendy”, a seguito della riqualificazione di Stratford con le olimpiadi. Analogamente la parte meridionale di Londra, tradizionalmente più economica di quella settentrionale, è anch’essa in crescita.

Nel resto del paese i prezzi variano decisamente da regione a regione, le proprietà nel nord sono in genere più economiche che al sud.

Regola n.1 per acquistare casa a Londra

Il sistema normativo inglese.

In ambito immobiliare presenta alcune differenze sostanziali rispetto a quello italiano. Il concetto britannico di proprietà di un immobile non è completamente coincidente con il nostro.

“Leasehold” “Freehold”  “Share of Freehold”

Sono titoli che distinguono le proprietà nel mercato immobiliare britannico.

Il “Freehold property” esprime il concetto standard di proprietà assoluta, Il freeholder è il proprietario anche del terreno su cui sorge l’immobile e può pertanto disporne liberamente. Ha facoltà di effettuare qualunque modifica alla proprietà nei termini previsti dalle norme edilizie e secondo le restrizioni applicate per la progettazione.

Un immobile in Leasehold e’ una proprietà’ “presa in concessione”, il titolare di un diritto di proprietà fondiaria assoluta “freehold” (persona che possiede la proprietà e la terra) cede la proprietà dell’appartamento ad un’altra persona, ma allo stesso tempo affitta il terreno alla stessa persona per un determinato importo annuo. Quando si acquista una proprietà in ”leasehold”, in effetti non si acquista la proprietà con la terra dove essa è costruita, bensì si possiede solo il diritto di vivere nella proprietà per un periodo di tempo ben determinato. La maggior parte degli appartamenti in Inghileterra sono proprietà in ”leasehold” in quanto la maggioranza della terra appartiene alla Corona Inglese o alla Chiesa Inglese. In alcuni casi si può acquistare una quota nella proprietà assoluta (concetto noto come “share of freehold”).

Il diritto di vivere nella proprietà è stabilito contrattualmente tra il titolare del “freehold” e il ”leasholder” (consessionario). Il contratto normalmente avrà una durata di 99 anni o più (in alcuni casi fino a 999 anni) e quando il contratto scade – in teoria – la proprietà ritorna nuovamente al freeholder. Ovviamente acquistare casa a Londra con un lease poco duraturo, ovvero inferiore ai 60 anni di durata, puo’ destare qualche preoccupazione in relazione alla capacità’ di rivendita. Infatti un immobile con un lease di bassa durata ha naturalmente un valore di mercato relativamente piu’ basso rispetto agli immobili con un lease superiore; ciò non toglie che un prolungamento del lease e’ sempre possibile per il leaseholder dietro pagamento di una somma contrattata col detentore del diritto di proprietà.

E’ anche diritto del proprietario quello di acquistare la proprieta’ assoluta dell’immobile (Freehold) o di una parte di esso come potrebbe essere un singolo appartamento (Share of Freehold) una volta terminato il lease; tale diritto e’ però applicabile solo ed esclusivamente nel caso in cui l’immobile sia utilizzato come residenza privata e non nel caso in cui il proprietario affitti a fine di investimento.

Regola n.2 per acquistare casa a Londra

In Inghilterra, in materia di compravendite immobiliari vige il principio “Caveat Emptor”. L’acquirente è tenuto a scoprire tutti i possibili vizi e garantirsi dall’evizione relativamente all’immobile in questione.

Con l’assistenza di uno studio legale è bene svolgere tutte le necessarie ricerche volte ad appurare che

  • l’attuale alienante abbia il diritto/potere di vendere l’immobile
  • quali siano le condizioni che devono essere soddisfatte per poter validamente cedere la suddetta titolarità,
  • le eventuali autorizzazioni da richiedere a tal fine
  • le responsabilità connesse a questa titolarità.

    acquistare casa a Londra

Regola n.3 per acquistare casa a Londra

È opportuno nominare anche un Chartered Surveyor (un tecnico) per periziare l’immobile ed evidenziare le sue caratteristiche tecniche, molto importante accertarsi dell’eventuale presenza di amianto e sullo stato degli impianti, in quanto condizioni non ottimali (che richiedano lavori di riqualificazione) potrebbero comportare un notevole esborso di danaro.

Regola n.4 per acquistare casa a Londra

Lo studio legale deve predisporre un’accurata relazione “Report on Title” circa i termini dell’acquisto e le sue implicazioni. Una volta inviato al cliente, se sarà soddisfatto delle informazioni in esso contenute, lo stesso darà autorizzazione per firmare il contratto. Nel momento dello scambio dei contratti (“exchange”) il compratore versa normalmente il 10% del prezzo di acquisto e viene fissata la data della “completion”, data in cui verrà versato il saldo e preso possesso dell’immobile.

Regola n.5 per acquistare casa a Londra

Dopo l’exchange il venditore sarà obbligato a vendere l’immobile e il compratore ad acquistare;

prima dell’exchange le parti sono ancora libere di decidere di non procedere più con l’acquisto in qualsiasi momento. E’ possibile evitare di correre il rischio che la controparte decida di vendere ad un altro acquirente mentre si svolgono tutte le ricerche del caso, comunicando alla controparte che la proprietà venga tolta dal mercato o comunque sia soggetta ad un periodo di “exclusivity” di qualche settimana.

E’ il motivo per il quale a volte troviamo degli annunci in agenzia con il timbro “Under Offer”.

Regola n.6 per acquistare casa a Londra

Tasse

Prima di acquistare casa a Londra bisogna valutare il pagamento dell’imposta di bollo (“Stamp Duty”).

Se il valore è inferiore a 125 mila sterline, la stamp duty è pari a 0; per proprietà che costano tra le 125 mila e le 250 mila sterline, la Stamp Duty ammonta all’1% del valore dell’immobile; entro le 500 mila sterline di valore, si paga il 3%; per immobili tra le 500 mila sterline e il milione di sterline il 4%; oltre il milione di sterline e fino a 2 milioni, il 5% e oltre le 2 milioni di sterline, il 7% del valore dell’immobile.

Alcuni siti utili dove cercare casa

http://www.zoopla.co.uk/

http://www.rightmove.co.uk/

http://www.foxtons.co.uk/

 

 

ltd inglese

Promozione imperdibile!

Pochissime disponibilità

Acquista subito una LTD già avviata

con due o tre anni di bilancio

alle spalle o con partita

iva già attiva.

Risparmi tempo e denaro e sei sicuro di quello che compri!

Disponibilità limitata e prezzi da affare!

email inviata