Ad ognuno il fisco che si merita?

Ho avuto modo ieri di riascoltare una trasmissione radio su Radio24, la versione di Oscar di Oscar Giannino, si parlava di fisco. Grazie ad internet è possibile farlo anche da Londra, la puntata era dedicata al tema del canone Rai e le nuove modalità di riscossione, con particolare attenzione alla dichiarazione sostitutiva di esonero che ti ho linkato qui.

Questo è invece il link alla trasmissione che puoi riascoltare grazie agli archivi di Radio24.

In sostanza, con il nuovo sistema “tutto italiano” di pagare il canone Rai in bolletta, è diventato obbligatorio dichiarare all’ Agenzia delle Entrate se il canone è intestato a persone, familiari, conviventi diversi dalle persone a cui è intestata la bolletta della luce.

L’assurdità del sistema ma soprattutto la follia delle sanzioni previste per chi dovesse fare una dichiarazione impropria, cioè infedele, scattano una fotografia molto precisa di come funzioni lo stato Italiano, la sua amministrazione, il suo governo. Voglio adesso copiarvi qui le parole scritte da Oscar Giannino che ringrazio per il suo pregevole lavoro in merito ed in generale, perchè non saprei essere più efficace di lui:

 

Oggi versionedioscar dedicata, con il professor Dario Stevanato che insegna Diritto tributario a Trieste, a due intollerabili schiaffi riservati ai contribuenti italiani. Il primo è la sanzione penale da 8 mesi a 4 anni per l’impropria dichiarazione sostitutiva di esonero su canone Rai in bolletta – auguro a tutti di aver preso visione delle istruzioni lunari per compilarla.

Essa dipende dalla natura “confessoria che nel nostro ordinamento lo Stato ha sempre più conferito alla dichiarazione tributaria del contribuente, sostituendola a quella “negoziale” che gli è propria in ogni ordinamento democratico: negoziale significa sempre redimibile e soggetta a giudice terzo, invece ormai siamo all’ipotesi certa unilaterale del dolo con automatica esposizione a pene detentive che sono una minaccia intollerabile, da vero e proprio regime autoritario.

Il tutto mentre al contrario saranno centinaia e centinaia di migliaia i casi dubbi, in cui non coincideranno individualmente residenza anagrafica e utenza elettrica, e partendo dal presupposto che la detenzione di apparecchi atti alla ricezione sia una condizione statica annuale, non soggetta a variazioni nel tempo e in quel caso a decadenza di canone dovuto, e senza che nel nostro ordinamento sia assolutamente prevista la facoltà giudiziaria di verifica coatta della detenzione di apparecchi. Una cosa indegna, ripeto.

E c’è di peggio. Con la sentenza n. 5069 del 15.3.2016 le Sezioni riunite della Corte di Cassazione hanno incredibilmente deciso che lo Stato può legittimamente NON rimborsare crediti fiscali maturati e dichiarati dal contribuente, anche qualora non abbia l’amministrazione tributaria fatto motivata opposizione, e anche oltre i termini di decadenza dell’accertamento, che finora erano ritenuti validi per la DOVUTA liquidazione del credito del contribuente da parte dello Stato.

Cioè lo Stato che fa prediche a noi sull’evasione, si dà ragione da solo sul fatto che può legittimamente non pagarci i crediti fiscali maturati, senza limiti di tempo né di atto motivato entro i termini prescritti dalla legge (cioè neanche entro SEI ANNI!). Si chiama furto legalizzato, intollerabile asimmetria del rapporto di correttezza tra Stato e contribuente, una decisione giudiziale da giudici di monarchia assolute…

 

Io non ho parole per definire questo sistema, ho già da un pò abbandonato l’Italia perchè uno stato che ragiona in questo modo, con un sistema fisco così, secondo me non ha futuro, è uno stato “contro” i suoi cittadini, anti-economico, dispotico. Continuerò a scrivere ed elencare altre situazioni come questa, nella speranza di riuscire a convincere qualcuno a seguire altre strade, basterebbe anche uno solo di voi per poter dire che ne è valsa la pena.

Se ti interressa fare un paragone tra il canone italiano e quello Inglese leggi il mio post CANONE TV, TI PERSEGUITERÀ ANCHE QUI IN UK

 

ltd inglese

Promozione imperdibile!

Pochissime disponibilità

Acquista subito una LTD già avviata

con due o tre anni di bilancio

alle spalle o con partita

iva già attiva.

Risparmi tempo e denaro e sei sicuro di quello che compri!

Disponibilità limitata e prezzi da affare!

email inviata