Esiste una reale garanzia sui conti correnti?

Uno degli aspetti più stressanti della mia vita in Italia era dovuto alle poche ore di sonno che riuscivo ad avere durante la notte, un sonno spesso disturbato e poco efficace che rendeva le mie giornate più lunghe e faticose del normale. Il pensiero che i soldi in banca non fossero al sicuro, di non avere nessuna garanzia sui conti correnti, davvero non mi faceva dormire la notte. Cominciai così a studiare l’argomento come se fossi un economista, ma più ne sapevo e più peggiorava la mia insonnia. Ho scoperto delle cose molte interessanti però, e voglio condividerle con te.

La mia banca, la tua banca, come tutte le banche italiane, aderisce al FITD (Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi), sono obbligate a farlo, così come sono obbligate ad accantonare per riserva una cifra, seppur piccola, a garanzia dei conti correnti e dei depositi. Molti esperti ritengono che questo fondo sia da considerarsi insufficiente per una crisi di sistema ma, specie nel caso di banche piccole, dovrebbe comunque garantire il rimborso. Ma se ci fosse una crisi di sistema? Comunque sia la garanzia entra in funzione in caso di situazioni di insolvenza della banca e prevede la copertura di un importo massimo di 100mila €uro.

Questo significa che se hai più di centomila sul conto è molto probabile che il resto lo perderai, e se hai due conti presso lo stesso istituto? Otterrai sempre e soltanto una garanzia massima di 100mila €uro. Se possiedi più di centomila euro forse sarebbe intelligente distribuirli su più conti in banche diverse, ma attento a scegliere una banca solida, perchè di questi tempi….

 

Impara a valutare la tua banca

 

Per capire se, oltre ad avere effettivamente una garanzia sui conti correnti o depositi di 100mila €uro, puoi fidarti della tua banca, devi stabilire se è solida oppure versa in una situazione di rischio. Dovrai avere un pò di pazienza e cercare di comprendere alcuni importanti concetti come quello del CET1 (Common Equity Tier 1), un parametro fondamentale che si ottiene mettendo in relazione il capitale a disposizione della banca e le sue attività ponderate per il rischio.

Più è alto il parametro, più la banca è solida

Visita questo sito per approfondimenti.

Ma c’è una garanzia sui conti correnti in UK?

 

Nella foto principale di questo post ti ho pubblicato un reale estratto conto di una nostra società inglese, di un conto corrente aperto presso l’istituto bancario Barclays. Anche qui puoi notare che esiste una forma di tutela a garanzia sui conti correnti e depositi.

Si chiama  FSCS (Financial Services Compensation Scheme), è un sistema di risarcimento per i servizi finanziari, un fondo che rappresenta l’ultima possibilità di ricorso per i clienti di imprese autorizzate a fornire servizi finanziari nel Regno Unito. Anche in questo caso la garanzia entra in funzione in caso di situazioni di inadempienza della banca, e copre per importi sino a 85mila Sterline.

Nel riquadro ho evidenziato una parte che spiega come funziona in caso di conto cointestato. Il limite di 85.000 Sterline è una garanzia per ognuno dei depositanti, cosicchè si otterrà una copertura di 85mila per due, cioè 170mila Sterline!

Cosa protegge l’FSCS:

  • depositi,
  • polizze di assicurazione,
  • brokeraggio assicurativo, anche assicurazioni di viaggio se le polizze sono vendute assieme a vacanze e viaggi
  • attività d’investimento
  • finanziamenti per abitazione

L’FSCS fornisce una copertura a tutte quelle attività commerciali che sono svolte da imprese autorizzate dalla Financial Conduct Authority – FCA – e dalla Prudential Regulation Authority – PRA –, sono organismi di controllo indipendente istituiti dal governo britannico per regolamentare i servizi finanziari e proteggere i diritti dei consumatori. Anche le imprese europee che svolgono attività commerciali nel Regno Unito possono godere di una estensione di tale copertura.

Per ottenere informazioni più approfondite su questo argomento potete visitare questo sito www.fscs.org.uk