Parlano di paradisi Fiscali in Europa ma dal punto di vista che avrebbe avuto Stalin!

Ormai in Italia l’argomento è chiaramente utilizzato a scopi puramente propagandistici, i paradisi fiscali in europa e nel mondo sono diventati i responsabili delle disuguaglianze nei paesi che adottano una elevata fiscalità, mai sentita una caxxata più grossa di questa!

Questo dice il Corriere della sera a riguardo dei paradisi fiscali citando uno studio pubblicato da Oxfam:

Sono quelli maggiormente responsabili a livello globale della corsa al ribasso sulla tassazione degli utili d’impresa che sottrae miliardi di euro alla lotta alla disuguaglianza e alla povertà

Questo il risultato del report “Battaglia Fiscale”, ma sentite come continua :

Oxfam ricorda che l’elusione fiscale delle multinazionali costa ai paesi più poveri almeno 100 miliardi di dollari ogni anno, una cifra sufficiente a mandare a scuola 124 milioni di ragazzi e a coprire le spese sanitarie per salvare la vita di 6 milioni di bambini.

Ma qui si è raggiunto il limite della decenza:

«I paradisi fiscali aiutano le multinazionali a sottrarre risorse alle casse degli Stati, contribuendo a generare e rafforzare sistemi economici fondati sulla disuguaglianza – spiega Elisa Bacciotti, direttrice delle Campagne di Oxfam Italia – In questa prospettiva si lasciano milioni di persone senza speranza per un futuro migliore».

Non credevo che nel 2016 ci fossero ancora dei Comunisti che parlano di economia, senza ovviamente capirci un bel niente, che ottengono spazio sul Corriere della Sera, con un articolo sui paradisi fiscali in europa assolutamente incompleto e fuorviante, se volete farvi due risate leggete pure, questo è il link all’articolo del Corriere della Sera.

Ovviamente non troverete nessun cenno all’utilità di avere una multinazionale che impianta uno o più stabilimenti nel paese, fornendo centinaia e spesso migliaia di posti di lavoro ad operai, impiegati, manager.

Nessun accenno ai tanti giovani laureati che sovente  possono ottenere degli stage in azienda e fare preziosissime esperienze di lavoro e di vita.

Nessun accenno all’indotto che si sviluppa intorno ad uno stabilimento di produzione, alle infrastrutture che vengono realizzate per favorire lo sviluppo della zona, alla crescita delle attività di servizi accessori, e tanto altro ancora, chiedete ai cittadini Irlandesi se vogliono o meno cacciare Apple.

Tutti quegli stipendi non portano forse ricchezza al paese? Tutta quella gente che grazie a quello stipendio avrà modo di condurre una vita decorosa spendendolo nei supermercati, nei negozi, ecc. ecc.? Si sono dimenticati del moltiplicatore Keynesiano?  Forse no, ma per loro funziona solo dal lato Spesa Pubblica perchè l’unico strumento che conoscono questi pseudo socio-economisti è quello delle TASSE!! 

Mentre è proprio la spesa pubblica uno dei grossi problemi di molti stati in difficoltà, il primo dei quali è proprio la nostra Italia. La spesa pubblica improduttiva, quella fatta per mantenere un sistema clientelare di voto di scambio, fatta di migliaia di dipendenti statali improduttivi assunti per garantire il potere ad un determinato partito politico.

Sapete a quanto ammonta il patrimonio immobiliare del principale partito politico italiano? Circa un miliardo di Euro! Già, un partito politico con un patrimonio da un miliardo di euro. Ma non troverai un articolo sul Corriere della Sera che ne parli.

E sono gli stessi che parlano di disoccupazione, che provano a risolverla con i voucher, che ci spiegano che è di fondamentale importanza in Italia la lotta all’evasione e all’elusione !

Bene dai, ti ho intristito abbastanza pensando alle magagne di questo paese, se sei un imprenditore  vieni a farti un giro a Londra, ci beviamo una pinta insieme e parliamo di come crescerebbe la tua azienda qui, dove è nato Keynes e dove la Corporate tax stà per scendere al 17%, dove nessuno muore di fame.

Certo devi lavorare e farti il Culo per campare, ma questo serve a non dare modo ai parassiti di attecchire, sia ben chiaro anche qui c’è stato in passato qualche socialista che ha introdotto una qualche forma di stato sociale, di sostegno ai meno abbienti,e questo va bene, solo che come da noi succede che molta gente ne approfitta.

In generale comunque, è un problema di rilevanza marginale, perchè qui l’economia gira, il pil cresce ad una media superiore a quella europea, il business è considerato una cosa seria ed utile al paese e non una mucca da mungere e soffocare in nome di una redistribuzione in favore dei nullafacenti.

Un Saluto, e Dai un occhiata anche ai miei video su YouTube!